Alfonso Signorini, la malattia che in pochi conoscono

Il conduttore del Grande Fratello Vip Alfonso Signorini ha confessato di soffrire di una malattia che gli ha cambiato per sempre la sua vita. Scopriamo di cosa si tratta:

Alfonso Signorini, il dramma della malattia: da quel giorno la sua vita è cambiata per sempre

Nato a Milano il 7 aprile del 1964, Alfonso Signorini è un giornalista, scrittore, conduttore televisivo e radiofonico, autore televisivo, regista teatrale, opinionista e direttore della nota rivista settimanale Chi. Dopo aver lasciato la professione di insegnante, ha iniziato a collaborare con il quotidiano La Provincia di Como per le notizie di cronaca. Dopo essere entrato a Panorama, diventa esperto di gossip. Da lì, passa al settimanale Chi, sempre all’interno del gruppo editoriale Mondadori dove affianca come condirettore Silvana Giacobini e Umberto Brindani. Nel 2006 diventa direttore del settimanale. Il 23 giugno del 2008 diventa il direttore di Tv Sorrisi e Canzoni. Esordisce in tv nel 2002 fra gli ospiti fissi di Rai 2 del programma Chiambretti c’è. Dopo ha iniziato la sua carriera in tv come ospite fisso in vari programmi come L’Isola dei Famosi e il Grande Fratello Vip. Oggi è conduttore del reality. Ma qual è la malattia di cui soffre?

Alfonso Signorini ha ammesso di essere sordo, lo ha detto proprio a Chi: “Indosso un apparecchio acustico”. Il conduttore ha rivelato che è davvero sordo anche se in pochi l’hanno capito.

Proprio lo scorso anno, rispose ad una lettrice che gli aveva chiesto un commento sul suo iniziale silenzio dopo che durante una puntata del Grande Fratello Vip 5, Mario Balotelli aveva rivolto delle parole pesanti a Dayane Mello. In tanti lo criticarono per non averla difesa. Sulle pagine di Chi scrisse:

“Prima della diretta di lunedì sera sono andato a registrare le chioccioline Amplifon che porto alle orecchie. Così sono certo che certi incidenti non capiteranno più. Sì, perché tra i tanti difetti che ho, sono pure sordo e per questo porto gli apparecchi acustici. Ma questo i soliti leoni e leonesse da tastiera lo ignorano. E se pensano che debba scusarmi per il mio handicap si sbagliano di grosso”.