Assegno unico 2022, quanto prenderà ogni famiglia per ciascun figlio?

Da gennaio del 2022, molte famiglie italiane potranno beneficiare dell’ assegno unico. Ma quanti soldi spettano per ogni figlio? Ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno.

La situazione economica è stata ostacolata dalla pandemia da Covid-19 ed ha portato delle ripercussioni negative nella maggior parte delle famiglie italiane. Molti hanno dovuto chiudere le proprie attività o non andare a lavorare.

Sullo stesso argomento ti consigliamo di leggere anche: Pensione casalinghe: gli importi e le possibili soluzioni

Per questo motivo, molti attendono impazientemente l’arrivo dell’ assegno unico 2022, ma ecco quindi quanto spetta per ogni figlio

Assegno unico 2022, quanti soldi per ogni figlio: tutto quello che c’è da sapere

L’assegno unico universale verrà erogato a partire dall’1 gennaio del 2022 e sarà rivolto ai figli con una età compresa tra i sette mesi della gestazione fino ai 21 anni di età se è a carico dei genitori. L’importo cambia in base al valore ISEE della famiglia.

Dunque, ogni figlio minorenne può percepire un assegno mensile fino a 180 euro. A questi importi vanno ad aggiungersi un extra di 80 – 90 euro dal terzo figlio in poi. Ovviamente, la cifra più alta viene erogata a quelle famiglie con un ISEE più basso. Chi ha un ISEE più alto, può percepire una somma minima di 40 – 50 euro al mese. Ma ci sono anche delle maggiorazioni per le mamme fino a 21 anni e per chi ha figli disabili.

Chi invece ha figli tra i 18 e i 21 anni, si continuerà ad avere diritto all’assegno ma con importi molto inferiori ai 180 euro.

«Al sostegno economico delle famiglie con figli è dedicato l’assegno unico universale. Da luglio la misura entrerà in vigore per i lavoratori autonomi e i disoccupati, che oggi non hanno accesso agli assegni familiari. Nel 2022, la estenderemo a tutti gli altri lavoratori, che nell’immediato vedranno un aumento degli assegni esistenti». Lo ha detto Mario Draghi agli Stati generali della natalità. «Le risorse ammontano a oltre 21 miliardi, di cui almeno sei aggiuntivi rispetto agli attuali strumenti per le famiglie. L’assegno unico ci sarà anche negli anni a venire, è una di quelle misure epocali su cui non ci si ripensa l’anno dopo».

Ti consigliamo di leggere anche: Pensione casalinghe: gli importi e le possibili soluzioni