Bambini e Coronavirus: una risposta immunitaria diversa

bambini-e-coronavirus-una-risposta-immunitaria-diversa-08-11-2020
bambini-e-coronavirus-una-risposta-immunitaria-diversa-08-11-2020

Nuove scoperte per l’argomento bambini e coronavirus. Recenti studi sembrerebbero mostrare che gli anticorpi indotti dal Sars-CoV-2 nei più piccoli sono molto diversi da quelli dell’adulto, segno che il corso dell’infezione è ben più rapido nei giovanissimi. 

Bambini e Coronavirus: nuove scoperte

Uno studio italo-americano, diretto da Matteo Porotto, porta delle novità riguardo bambini e coronavirus. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Immunology, da una collaborazione da immunologi della Columbia University con l’Università degli Studi di Napoli ‘Luigi Vanvitelli’.

“I piccoli eliminano il virus in maniera più efficiente e rapida, quindi potrebbero proprio non aver bisogno di una forte risposta immunitaria.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, dubbi sui dati forniti dalle Regioni: i pm indagano

Meno contagiosi e per meno tempo

Secondo il direttore dello studio i piccoli quindi eliminano il virus in maniera più rapida. Questo dovrebbe essere segnale che bambini restino contagiosi per meno tempo e, di conseguenza, non abbiano un gran ruolo nel diffondere l’infezione.

Gli anticorpi indotti nei bambini, quindi, sono molto diversi da quelli dell’adulto, segno che il corso dell’infezione è ben più rapido nei più piccoli. Producono pochi anticorpi neutralizzanti e pochi anticorpi specifici rivolti contro la principale proteina virale.

Lo studio si è basato sull’analisi del profilo anticorpale di 47 bambini e 32 adulti. La conclusione è stata la seguente: i bambini infettati presentano pochi anticorpi contro ‘spike’ la punta di lancia usata dal virus per infettare le cellule. I piccoli presentano anche pochi anticorpi neutralizzanti. Questo significa che il virus non si diffonde nel corpo del bambino, infettando poche cellule e che si libera del virus in meno tempo dell’adulto.

LEGGI ANCHE: Alito pesante? 10 cibi per combatterlo