Bollette e prezzi, stangata in arrivo per le famiglie

Tra bollette e prezzi, il nuovo anno ci porterà un aumento di quasi 800 euro a carico dei cittadini. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha effettuato, come ogni anno, una stima sull’andamento dei prezzi e delle tariffe per il 2021.

Bollette e prezzi, nel 2021 ci aspetta una stangata da 800 euro a famiglia

I rincari di alcuni settori, soprattutto quello alimentare, hanno determinato questi andamenti. Oltre a questo settore abbiamo anche quello dei trasporti. Ciò è dovuto al maggior utilizzo di veicoli privati a causa della paura di contagio Covid sui mezzi pubblici.

Per l’alimentazione si spenderanno 149 euro in più, una percentuale pari al 2,60%. Per le Rc auto 32,70 euro (+2,30%), per i servizi bancari 12,20 euro (+1,70%). Per i trasporti 163,39 euro (+3%), per la tari 57,67 euro (+9,20%). Per le bollette di luce e gas 45,50 euro (+4,90%) per l’acqua 19,70 euro (+3%). Per le tariffe professionali-artigiani 21,70 euro (+ 0,90%). Per i prodotti per la casa 69,84 euro (+2,25%), per la scuola 167,70 euro (+1,60%) per le prestazioni sanitarie 43,60 euro (+11%), per le tariffe telefoniche 12 euro (+1,60%).

Ti consigliamo di leggere anche: Decreto Ristori, sconti sugli affitti: come funziona e chi ne ha diritto

Per quanto riguarda la tariffa del servizio idrico con l’introduzione del nuovo sistema, i Federconsumatori prospettano lievi discese dei costi. Questo aumento delle bollette e prezzi, come potrete immaginare, sono una delle conseguenze della pandemia da Coronavirus. Molte famiglie si ritrovano in gravi difficoltà.

Federconsumatori sostiene:

“Non bisogna trascurare, infatti, che tali aumenti avvengono in un contesto estremamente delicato e in molti casi non faranno altro che accrescere disuguaglianze e disparità all’interno del Paese. Per questo riteniamo urgente e necessario l’avvio di un piano per il rilancio economico che punti sullo sviluppo, sulla ricerca, sull’occupazione, ma soprattutto sul contrasto alle disuguaglianze. Ci troviamo di fronte ad una sfida epocale: è doveroso nei confronti dei cittadini e del Paese operare scelte coraggiose e lungimiranti, mettendo in campo ogni sforzo e ogni risorsa per gettare basi stabili utili ad avviare una nuova fase di crescita”.