Bollo auto 2020, dal 1 Gennaio cambia tutto: aumenta anche il costo

Bollo auto 2020, dal 1 Gennaio cambia tutto aumenta anche il costo

Parliamo del bollo auto 2020, perché dal 1 Gennaio sono cambiate un po’ di cose. Quali sono le novità che riguardano il pagamento del bollo auto in questo 2020?

Possiamo dirvi subito che dall’inizio dell’anno si più pagare questa tassa anche attraverso una procedura telematica. Si può infatti sfruttare una piattaforma PagoPa, anche se tutto questo potrebbe portare ad un aumento dei costi. Vediamo insieme di che cosa stiamo parlando.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: pensione donne, dopo quanti anni di contributi.

Bollo auto 2020, dal 1 Gennaio cambia tutto, tra modalità e aumento del costo

Molti forse non sanno che dal 1 Gennaio del 2020 si può pagare il bollo auto esclusivamente attraverso una procedura telematica. Niente da fare quindi per i canali delle agenzie di pratiche automobilistiche che molti di noi hanno utilizzato fino ad ora.

Dal 1 Gennaio infatti è possibile pagare la tassa di proprietà di un veicolo esclusivamente attraverso una procedura telematiche ed in particolare attraverso una piattaforma PagoPa.

Come si utilizza? Si può pagare attraverso i cosiddetti Prestatori di Servizi di Pagamento, o Psp. Stiamo parlando delle banche, delle poste e anche dei punti vendita aderenti a Lottomatica, Banca 5 o Sisal.

Questo vuol dire che molti di noi potrebbero incontrare un aumento del costo rispetto agli scorsi anni. Può succedere infatti che i Psp di cui vi abbiamo parlato applichino una commissione al vostro pagamento, aumentando quindi il bollo auto 2020.

Riguardo le tempistiche e le scadenze, invece, quali sono le novità? In questo caso è la Legge Bilancio che fa da padrona. Prima del Decreto Milleproroghe, la scadenza era fissata per il 1 Gennaio.

Le nuove disposizioni non entrerebbero però in vigore prima del 30 Giugno, concedendo ai possessori di un veicolo altri 6 mesi per pagare il bollo auto. Insomma, una bella proroga della scadenza.

In attesa di novità, ecco la nuova proposta di Ikea che ha lanciato il Buy Back, ovvero restituisci i mobili usati per comprarne nuovi.