Arriva la cancellazione della seconda rata dell’Imu: ecco gli immobili interessati

Arriva la cancellazione della seconda rata dell'Imu ecco gli immobili interessati

È in arrivo la cancellazione della seconda rata dell’Imu, una misura che ha l’obiettivo di aiutare le categorie più colpite dall’ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il Consiglio dei Ministri, tenendo conto dell’articolo 78 del D.L del 14 agosto 2020, n. 104,  modificato dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, per l’anno 2020, ha stabilito che sarà possibile evitare di pagare la seconda rata dell’IMU (imposta municipale unica).

Prevista la cancellazione della seconda rata dell’Imu

Nei giorni scorsi è stato approvato su proposta del Presidente del Consiglio Conte e di Roberto Gualtieri, il Ministro dell’economia e delle finanze, dal Consiglio dei Ministri, il decreto Ristori.

Interamente dedicato alle categorie di lavoratori che più di tutti, stanno risentendo a livello economico. Di conseguenza, la cancellazione della seconda rata dell’Imu, non sarà prevista per tutti.

Ma solo per coloro che si trovano maggiormente in difficoltà a causa delle ultime restrizioni. Vediamo insieme quali sono gli immobili che potranno beneficiare della suddetta cancellazione.

Nel decreto Ristori si parla si immobili dedicati allo svolgimento delle attività produttive. Si tratta dello stesso provvedimento dell’agosto scorso. Quando le strutture dedicate al turismo, alle attività di aggregazione e cultura (cinema e teatri), si erano visti cancellare la tassa.

Con il decreto dello scorso 27 ottobre, anche gli immobili chiusi totalmente e quelli che hanno hanno subito la chiusura anticipata delle 18, potranno beneficiare della cancellazione della rata dell’Imu.

Oltre ai titolari di Partita Iva, potranno beneficiarne anche i titolari di palestre, scuole di danza, pizzeria, bar e ristoranti. Ovvero tutti coloro che hanno dovuto chiudere le loro attività.

Per concludere il decreto Ristori prevede la cancellazione della seconda rata dell’Imu per tutti i proprietari degli immobili dedicati alle attività produttive che sono al momento chiuse.

POTREBBE INTERESSARTI LEGGERE ANCHE QUESTO ULTERIORE ACCERTAMENTO SULLE MISURE PREVISTE PER AIUTARE I LAVORATORI:

Emergenza Covid, affitto ridotto grazie ad un’ordinanza