Chiusura delle città e dei territori, il piano del Governo

Il Governo sta cercando di evitare il lockdown totale ma di imporre una chiusura delle città e dei territori.

In Francia ad esempio, nonostante il Presidente Macron abbia annunciato il lockdown, le scuole sono rimaste aperte e i negozi chiusi. Secondo alcune fonti, il Ministro della Salute Speranza sta cercando di trovare un modo per fronteggiare la diffusione del virus.

Ieri sera si è tenuto un incontro tra il premier Conte e i capi di delegazione di maggioranza, la preoccupazione è tanta. Cosa succederà nel nostro Paese?

Ti consigliamo di leggere anche: Ospedali, i migliori in Italia dove lavorare: la classifica

Chiusure città e territori, l’ipotesi per la scuola

Per quanto riguarda la scuola, la ministra Azzolina, è in disaccordo con la decisione di alcuni governatori di chiudere. Secondo i dati, negli istituti scolastici non si registrano particolari focolai. Si sta decidendo si permettere agli studenti italiani nelle scuole superiori di continuare le lezioni in remoto. Al momento comunque non è previsto alcun dpcm nel weekend.

Conte frena sul lockdown: chiusura territori e città

Il presidente Conte, ha dato un freno al possibile lockdown generalizzato. Alcune fonti riferiscono che vorrebbe aspettare qualche giorno prima di decidere. Non solo per vedere gli effetti degli ultimi provvedimenti ma anche per capire quale sarebbe la giusta mossa nel caso in cui la curva di contagio dovesse risalire.

In questo scenario, si avrà una chiusura ma sarà molto più morbida rispetto a quella di marzo. Al momento il piano del Governo è di attendere, se possibile, anche una settimana prima di prendere ulteriori provvedimenti.

Il cosiddetto ‘scenario 4’ evidenziato dai virologi porterebbe ad una stretta in tutta Italia lasciando ancora aperti i “servizi essenziali“. Non si esclude di agire attraverso lockdown regionali, limitazione di spostamenti tra Regioni e zone rosse.

Leggi anche: Coronavirus, il virologo Silvestri: “Niente panico, arrivano gli anticorpi”