Come scegliere la pensione con uscita anticipata e con quali penalizzazioni

Come scegliere la pensione con uscita anticipata e con quali penalizzazioni

Come scegliere la pensione con uscita anticipata dopo quota 100? Per chi non lo sapesse, la riforma pensionistica che tutti conosciamo con il nome Quota 100 è destinata a finire.

A partire dal 1 Gennaio 2022, infatti, quota 100 non sarà più in vigore e il Governo non sembra intenzionato a portare avanti la norma. Ma quindi come funzionerà la pensione anticipata? Torneremo ad andare in pensione a 67 anni? Vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: Riforma pensioni, cosa succederà se Quota 100 non sarà rinnovata.

Come scegliere la pensione con uscita anticipata e con quali penalizzazioni dopo Quota 100

Anche dopo Quota 100 il Governo è tenuto a fare una cosa. In pratica deve comunque introdurre una o più formule per il pensionamento anticipato. Non ci sono ancora notizie certe, ma sembra chiaro che la strada sia quella di introdurre queste formule con la presenza di penalizzazioni.

In pratica per chi sceglia la strada della pensione con uscita anticipata ci sarà un assegno pensionistico più basso rispetto invece a chi andrà in pensione nel rispetto dei requisiti previsti dalla leggere.

Ovviamente al momento non è ancora possibile sapere che tipo di penalizzazioni ci saranno per i lavoratori che sceglieranno questa strada. Ma l’indirizzo del Governo sembra abbastanza chiaro.

L’obiettivo è quello di cercare una formula che aiuti gli italiani ad andare in pensione prima. Una formula che però allo stesso tempo rispetti il contenimento della spesa pubblica e che dunque sia attuabile.

Sembra quindi certo che se non ci dovessero essere dei ripensamenti, il Governo non sembra indirizzato ad una proroga di Quota 100. Niente di certo al momento, anche perché sono attese nei prossimi giorni le riunioni per iniziare a buttare giù qualche proposta. Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi.

In attesa di novità, ecco le ipotesi per le pensioni con uscite a 62 o 64 anni.