Coprifuoco, le regole e gli orari: cosa c’è da sapere

Con il nuovo Dpcm, sono state introdotte regole rigide, tra queste il coprifuoco. Si può quindi uscire di casa solo nell’orario stabilito a meno che si hanno motivi importanti. Si può uscire nell’orario in cui è previsto il coprifuoco per motivi di salute, lavoro o di comprovata emergenza, un parente che sta male ad esempio.

Al momento il coprifuoco è stato introdotto in Lombardia, Campania e Lazio. Domani sarà in vigore anche in Piemonte. In queste regioni sarà possibile portare fuori il cane, andare a fare una passeggiata o un corsa per le vie della città rispettando le misure di sicurezza. Bisogna indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza.

Leggi anche: Violazione del Dpcm, cosa succede se non paghi la multa

È vietato portare a spasso il cane dalle 23 alle 5 in Lombardia, Campania e da domani anche in Piemonte. Nel Lazio invece, si può uscire con il cane fino a mezzanotte e dalle 5 del mattino in poi.

Stessa regola vale per chi desidera fare una corsa nelle ore serali. Nelle regioni in cui non è stato introdotto il coprifuoco, si può uscire anche alle 3 del mattino. Ovviamente in quest’ora tutti i locali saranno chiusi.

In Campania ad esempio, il presidente della regione Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza numero 83 che spiega:

“Gli avventori degli esercizi di svolgimento delle attività indicate al primo periodo sono tenuti a rientrare al proprio domicilio, dimora o residenza entro le ore 23,30 – si legge nell’ordinanza – dalle ore 23,00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute. E’ sempre consentito il rientro al proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro”.

Ti consigliamo di leggere anche: Emergenza Coronavirus, come avviene il contagio a cena? Lo studio su un focolaio: ecco che cosa succede durante un pasto