Coronavirus, la Cina è tornata alla normalità. Ma come ha fatto?

Coronavirus, la Cina è tornata alla normalità Ma come ha fatto

Emergenza Coronavirus, come ha fatto la Cina a tornare alla normalità? I dati parlano chiaro, la Cina sembra essersi lasciata alle spalle la Pandemia, eppure è proprio lì che negli scorsi mesi c’era la situazione peggiore.

Come è riuscita a sconfiggere il virus? Come è possibile che dal 1 al 7 Ottobre, in occasione della Golden Week, in Cina abbiano viaggiato 637 milioni di persone senza nessun tipo di aumento di casi positivi? Vediamo insieme come rispondono gli esperti.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: Coronavirus, le regole e gli orari, tutto ciò che c’è da sapere.

Coronavirus, perché la Cina è tornata alla normalità e l’Europa e l’America no? Ecco come ha fatto

La situazione attuale è piuttosto chiara. L’Europa e l’America stanno affrontando la seconda ondata di contagi, la Cina sembra essere un mondo a parte. Ed è proprio lì che il virus ha iniziato a diffondersi, è proprio lì che sono state messe in atto le prime misure di restrizione. E’ proprio lì che è iniziata la Pandemia.

Il resto del mondo restava a guardare e la Cina affrontava l’emergenza Coronavirus tempestivamente. Secondo gli esperti, tutto si basa sull’efficienza e la rapidità. In Cina i test sono veloci e gratuiti. Sono riusciti a trovare i positivi in maniera rapida e veloce, mandandoli subito nei centri di isolamento e impedendo loro di contagiare altre persone.

Pensiamo al caso di Wuhan, una delle zone più colpite dal Covid. I cittadini di Wuahn sono rimasti in isolamento per la bellezza di 76 giorni. Hanno poi costruito ospedali alla velocità della luce e sono stati creati 14 mila punti di controllo.

Pensate che lo scorso Maggio 11 milioni di residenti di Wuahn sono stati sottoposti ai tamponi in appena 10 giorni. La Cina ha preso sul serio il virus dal primo giorno (e qualcuno diceva anche che stessero esagerando) e oggi è una delle zone meno colpite dal virus. Ecco invece cosa succede da noi se non paghi la multa per violazione di Dpcm.