Criolipolisi, il trattamento estetico che ha “sfigurato” Linda Evangelista

Linda Evangelista si è sottoposta alla criolipolisi. È un trattamento di chirurgia estetica che ha reso il suo volto irriconoscibile come mostra in una foto su Instagram del 2019 a confronto con una del 1996.

“Sfigurata per sempre, ora vivo da reclusa”.

Le sue parole hanno attirato molta attenzione su di lei, specialmente perché scritte da una donna che non poteva mai immaginarsi di essere deturpata.

Che cos’è la Criolipolisi, il trattamento estetico che ha ‘sfigurato’ Linda Evangelista

Linda Evangelista è una delle donne degli anni Novanta più amate ed oggi, a 56 anni, ha fatto una drammatica confessione:

“Ai miei follower che si sono chiesti perché non ho più lavorato mentre le carriere delle mie colleghe continuavano a fiorire, ecco: il motivo è che sono stata brutalmente sfigurata da una procedura che ha fatto l’opposto di ciò che aveva promesso”.

La criolipolisi è un trattamento che permette di rimuovere le cellule di tessuto adiposo in eccesso localizzato. Questa tecnica è nata ad Harward più o meno vent’anni fa. È uno studio di due medici basato su alcuni casi di bambini che avevano una guancia più sviluppata dell’altra. Studiando attentamente, hanno scoperto che questi piccoli pazienti mangiavano dei ghiaccioli più con una parte della bocca rispetto all’altra.

In conclusione, sono riusciti a dimostrare che le cellule adipose se messe ad una temperatura che va a – 12 gradi, subiscono una degenerazione cellulare. Così è stata sviluppata questa tecnica da applicare sul corpo: specialmente sui fianchi, sull’addome, all’interno coscia e ginocchio. In soli tre mesi, le cellule adipose vengono espulse dal sistema linfatico perché degenerano.

Ma quindi cosa è successo a Linda Evangelista?

La 56enne ha dichiarato di essere rimasta sfigurata dopo questo trattamento. Il suo viso è stato danneggiato. In effetti, la criolipolisi può essere applicata solo sottomento. Una delle complicanze che possono colpire le pazienti viene chiamata “iperplasia adiposa paradossa“. Cioè queste cellule di grasso anziché sparire, aumentano di volume e creano degli inestetismi. È proprio un effetto collaterale.