Decreto Ristori, sconti sugli affitti: come funziona e chi ne ha diritto

Decreto-Ristori,-sconti-sugli-affitti-come-funziona-e-chi-ne-ha-diritto

Novità in vista per quanto riguarda il Decreto Ristori, con l’introduzione di una serie di sconti sugli affitti. E’ questa la decisione più attesa dopo l’approvazione delle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato, del testo della conversione in legge del Decreto Ristori.

Un decreto che dunque si prepara ad arrivare in aula e che dovrebbe essere discusso e eventualmente approvato proprio in questi giorni. Vediamo insieme quali sono tutte le novità per gli affitti.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: Inps, eco l’assegno da 800 Euro per i genitori.

Decreto Ristori, arrivano gli sconti sugli affitti: come funziona e chi sono i destinatari

L’ultima novità riguarda proprio gli affitti. Con questa Legge, infatti, il Governo intende versare un contributo ai proprietari che applicano uno sconto sul canone di affitto ai propri affittuari. In particolare parliamo di un contributo riconosciuto a tutti i proprietari di immobili affittati che hanno applicato una riduzione del canone pari al 50% fino ad un massimo di 1200 Euro.

Ora che lo stato di emergenza è stato prolungato, ci sono molte misure previste dal Governo per le persone più colpite dalla crisi economica derivante dalla Pandemia. Tra queste, lo Stato ha deciso di premiare chi è andato incontro alle persone in difficoltà e in questo caso chi ha applicato uno sconto ai propri affittuari.

C’è da dire, però, che la platea dei beneficiari è limitata. Le risorse stanziate, infatti, per il momento permettono di rimborsare solo un numero ristretto di persone. La misura è infatti valida solo nelle città ad alta tensione abitativa e solo per chi non è in cedolare secca.

Il Presidente della Commissione Bilancio del Senato ha definito questa misura una norma sperimentale. Una misura che ha l’obiettivo di andare incontro alle esigenze di chi è in locazione in grande difficoltà economica. L’obiettivo è quello di rendere la platea di beneficiari sempre più ampia. Ecco invece tutto ciò che c’è da sapere sulla pensione 2021 a 63 anni.