Effetto Stroop, il test di psicologia sperimentale

Questo test di psicologia sperimentale viene chiamato “Effetto Stroop”. È stato elaborato intorno agli anni ’30 dallo psicologo statunitense Ridley Stroop. Il termine deriva proprio dal suo cognome.

Effetto Stroop, prova questo test psicologico: se non riesci a leggere le parole, il tuo cervello sta perdendo colpi!

Questo test, chiamato Effetto Stroop, permette di valutare alcune funzionalità legate all’attenzione del cervello. Serve anche a misurare i tempi di reazione. Sembra un semplice test però non tutti riescono a svolgerlo in tempi rapidi.

Sono semplici parole che indicano un colore ma che sono state scritte con un colore diverso da quello che è. Non tutti sono in grado si rispondere con prontezza e nemmeno correttamente. Per chi impiega più tempo e quindi ha più difficoltà nel distinguere ciò che è stato scritto dal modo in cui è colorato, può essere la spia di un qualche malfunzionamento al cervello: può essere demenza ed altre malattie neurodegenerative come lesioni cerebrali, deficit dell’attenzione ma semplicemente stanchezza o affaticamento.

Ovviamente se non siete riusciti ad effettuare al volo questo test, non saltate subito a conclusioni affrettate. Può trattarsi di un momento di stanchezza o di poca concentrazione.

Ma già che ci siamo, vi consigliamo qualche buona abitudine da seguire per mantenere sano il cervello:

Movimento. Fare attività fisica ha degli effetti positivi sulla materia grigia, in particolare sulla corteccia prefrontale dorsolaterale. Quest’area è coinvolta nella pianificazione delle azioni ed è connessa al controllo cognitivo.

Non stare lontano dal mondo. Bisogna mantenere attiva una buona rete di contatti sociali. Più si trascorre del tempo con gli amici, più si sta meglio.

Curiosità. Questa caratteristica non deve mai mancare. C’è sempre tempo per imparare qualcosa di nuovo, indipendentemente dall’età.

Dormire bene. Un’altra abitudine da mantenere è quella di dormire bene la notte. Il sonno è fondamentale per mantenere sano il nostro cervello.