Giappone, come è il mondo del lavoro? Costo della vita e stipendi

Il Giappone è un posto bellissimo non solo da visitare ma anche per vivere e lavorare stabilmente. Ma com’è la vita? In questo articolo vi diamo alcune informazioni.

Lavorare in Giappone, come funziona? Documenti, stipendi e costo della vita

Molte persone amano la cultura, la storia, il cibo, l’ordine, la tecnologia e la gentilezza delle persone che vivono in Giappone. Alcuni si trasferiscono nella terra nipponica proprio per motivi di lavoro e per dare una svolta alla propria vita.

Questo Paese è nella lista delle prime potenze mondiali. Per lavorarci non serve per forza conoscere la lingua del posto ma basta l’inglese. Sarebbe meglio iniziare a frequentare una scuola di lingua diretta in Giappone. In questo modo si avrà più velocità di apprendimento della lingua. Per viverci si ha bisogno di un passaporto, del visto e soprattutto del Certificato di Eleggibilità.

Potrebbe interessarti anche: I requisiti per la pensione: quali sono le categorie di persone che rischiano di non andarci

Si tratta di un documento ufficiale che viene firmato da un datore di lavoro o da una scuola in cui firmano l’ obbligo di supportare lo straniero dal punto di vista economico e per tutta la sua permanenza nel posto. In virtù di questo documento sarà poi possibile conseguire il visto.

I lavori più richiesti e lo stipendio medio

Le opportunità di lavoro migliori sono traduttore, interprete nel settore del servizio clienti o nell’import – export. Molto apprezzate sono quelle persone che arrivano in Giappone per insegnare l’ italiano: ciò si spiega se consideriamo la l’affetto dei giapponesi per la nostra cultura. Lo stipendio medio nel paese si aggira intorno ai 2.500 euro ma è proporzionato anche ad un costo della vita maggiore rispetto a quello in Italia.

Ti consigliamo di leggere anche: Ospedali, i migliori in Italia dove lavorare: la classifica