Green Pass illimitato e senza scadenza: come funziona

Secondo la nuova ordinanza di Governo, il Green Pass diventerà illimitato e non avrà nessuna scadenza. Ma dunque vediamo come funziona e le nuove regole del Green Pass illimitato:

Green Pass illimitato e senza scadenza: come funziona? Ecco chi ne ha diritto e chi è obbligato a fare il vaccino

Come riporta il Corriere della Sera, il nuovo provvedimento riguarda chi ha avuto il Covid e solo in seguito ha ricevuto le due dosi del siero. In questo caso il Green Pass sarà valido per 6 mesi. Nelle persone vaccinate con due dosi dopo aver avuto l’infezione da SARS-Cov2 o che hanno contratto l’infezione dopo un ciclo completo o dopo 14 giorni dalla somministrazione della prima dose, è consigliata una dose di richiamo detta “booster” in un intervallo minimo di almeno 4 mesi (120 giorni) dall’ultimo evento. Ciò vuol dire una somministrazione dell’unica o ultima dose oppure diagnosi di avvenuta infezione.

Potrebbe interessarti anche: Brunetta sul Super Green pass: estenderlo a tutti i lavoratori

Le persone che invece non hanno completato il ciclo vaccinale oppure non vogliono vaccinarsi dopo aver avuto il Coronavirus, avranno un certificato verde che sarà valido per 6 mesi dalla data del primo tampone positivo.

I guariti che non si sono mai vaccinati, possono ottenere il Green Pass rafforzato ma della durata di 6 mesi. In questo potranno andare a lavoro. Terminati i 6 mesi, saranno obbligati a sottoporsi a tampone che può essere antigenico o molecolare.

Il Green Pass illimitato e senza scadenza, dunque, spetta a chi ha ricevuto due dosi e poi è rimasto contagiato. Una volta comunicata la guarigione all’Asl competente, riceve un nuovo certificato verde dalla durata illimitata. E inoltre, spetta a chi si è vaccinato con tre dosi.

Sullo stesso argomento ti consigliamo di leggere anche: Green pass e pensioni, colpo di scena: cambia tutto ora. Svelata la data