I beni non pignorabili dall’Agenzia delle Entrate: ecco quali sono

beni non pignorabili dal Fisco

In caso di debito con il Fisco esistono per legge delle tutele nei confronti dei cittadini debitori. In quest’articolo vi illustreremo quali sono i beni non pignorabili dall’Agenzia delle Entrate.

Un pignoramento non è altro che un atto giuridico che permette al Fisco di espropriare forzatamente beni di diverso valore e natura. Tuttavia la nostra Legge stabilisce la tutela della dignità e del diritto alla sopravvivenza e per questo motivo ha fissato dei limiti al pignoramento.

I beni non pignorabili dall’Agenzia delle Entrate: dagli animali agli utensili da cucina

Ogni cittadino italiano deve regolarmente pagare le tasse allo Stato. Nel momento in cui questo non avviene il debitore entra in contatto con l’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Ciò comporta in un pignoramento ai danni del cittadino non in regola con le tasse. L’azione di riscossione vede come protagonisti, generalmente, oggetti, somme di denaro, immobili o beni mobili. L’art. 543 del codice civile stabilisce che il pignoramento debba essere eseguito dopo un atto notificato.

Nel momento in cui i beni vengono espropriati forzatamente il debitore non ne può più disporre liberamente. Ma sapete che esistono dei limiti? Ovvero che non tutti i beni possono essere pignorati?

Ti consigliamo di leggere: 287 euro di pensione per chi soffre di costante mal di testa

Ecco quindi quali sono le proroghe stabilite dagli ultimi decreti. Attenzione, perché l’attuale emergenza sanitaria che stiamo vivendo non ha annullato le azioni esecutive, ma bensì le ha solamente sospese.

Ma passiamo quindi ai beni non pignorabili che sono individuabili grazie all’art. 514 del codice di procedura civile. Parliamo di animali da compagnia o posseduti a scopo terapeutico.

Ma anche di biancheria, di sedie e tavoli, di letti  e si utensili da cucina. Non si possono nemmeno pignorare tutti quei beni necessari al sostentamento. Quindi frigorifero, fornelli da cucina e stufe. Ma anche oggetti sacri per esercitare il proprio culto e le fedi nuziali.