La confessione del papà: “Mia figlia vittima di bullismo per il suo nome”

La confessione di un papà ha attirato molta attenzione ma soprattutto numerose critiche. Sua figlia è tornata a casa piangendo perché veniva bullizzata dai suoi compagni a causa del suo nome.

Ha esclamato che lo odiava e suo padre le ha risposto che non piace nemmeno a lui.

La confessione di un papà: “Mia figlia vittima di bullismo per il suo nome”

L’uomo ha spiegato di aver litigato con la sua famiglia perché, anziché confortare sua figlia vittima di bullismo per il suo nome, le ha detto che in effetti lo odiava anche lui. La sua storia è stata condivisa su Reddit. Questo papà, in anonimo, ha raccontato che il nome della figlia, Mildred, non gli è mai piaciuto.

Ma siccome è stata sua moglie a sceglierlo, alla fine per “pace comune” ha ceduto e accettato di darle questo nome.

La piccola Mildred a sei anni è stata presa di mira dai bulli a scuola. Uno dei suoi compagni di classe ha iniziato a dirle che il suo era un nome da vecchia.

Quando è tornata a casa, la piccola è esplosa in un pianto dicendo che odiava il suo nome. Il papà non ha trovato di meglio che dirle: “Sì, nemmeno a me è mai piaciuto il tuo nome”, spiegandole anche aveva anche protestato quando la mamma l’aveva scelto.

Quale modo peggiore per rassicurare la propria figlia?

Il signore ha poi aggiunto:

“Mi ha guardato terrorizzata e ha mi ha chiesto se nemmeno a me piacesse il suo nome, si è messa a piangere ed è corsa dentro casa prima che riuscissi a fermarla.

Ha raccontato tutto a mia moglie che mi ha chiesto di scusarmi con lei, ma non ho voluto.

Scusarmi per cosa? Non mi piace il suo nome, non mi è mai piaciuto, e non piace nemmeno alla nostra stessa figlia. Anche io ero molto arrabbiato, quindi sono andato a farmi due passi, ma dopo ho cercato di parlare a Mildred per chiederle come mai era scoppiata a piangere, ero davvero confuso, ma lei mi ha detto che ce l’aveva con me e non voleva parlarmi”.