L’arrivo del Green Pass è sempre più vicino: ecco da quando sarà realtà

L'arrivo del Green Pass è sempre più vicino ecco da quando sarà realtà

Parliamo del Green Pass, ovvero una delle ultime novità nella gestione dell’emergenza Coronavirus. Ora che in tutta Europa procedono le campagne di vaccinazione, l’Unione Europe sta definendo i dettagli per ritornare a viaggiare all’interno del Continente.

Sarà proprio grazie a questo sistema che si potrà ricominciare a viaggiare, anche se ancora le regole non sono ben definite. Innanzitutto l’entrata in vigore di questo pass sembrava fissata per il 15 di Giugno; l’UE ha però deciso di anticiparlo al giorno 1 dello stesso messo, anche se con regole non ancora chiare. Vediamo insieme tutte le novità.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: Bonus vacanze 2021: validità e regole.

Novità sull’entrata in vigore del Green Pass, il sistema che ci permetterà di viaggiare: ecco che cosa cambia

Quali sono i requisiti per potere usufruire di questo Pass? Le regole sono state annunciate meno di un mese fa: si potrà sfruttare questo sistema dimostrando di essere stati vaccinati, di essere negativi ad un tampone oppure di avere già contratto (ed essere guariti) dal Covid.

Innanzitutto è importante dire che questo pass non è una precondizione per usufruire dei diritti alla libera circolazione. La stessa UE ha sottolineato “il principio di non discriminazione, in particolare nei confronti delle persone non vaccinate”.

Cosa significa? Vuol dire che l’Unione Europea lascia agli Stati membri la facoltà di decidere in che termini utilizzare questo pass. Si tratta quindi di uno strumento che serve per salvare l’estate dei cittadini europei, anche se con regole non ancora chiare.

La Grecia, ad esempio, ha già preso accordi bilaterali per avere corridoi turistici, grazie soprattutto alla promessa di garantire isole covid – free. L’Estonia invece sta lavorando per mettere a punto un proprio pass. L’Unione Europea ha inoltre dichiarato che il Green Pass è una misura temporanea: questo certificato verrà sospeso non appena l’Oms dichiarerà finita l’emergenza sanitaria.

In attesa di novità, ecco la storia di Kate Hashimoto, la donna che vive con 170 euro al mese.