Le multe irregolari che non vanno mai pagate

Le multe irregolari che non vanno mai pagate

Sapete che esistono alcune multe irregolari che dunque non vanno pagate? Non tutti lo sanno, ma le multe non sono sempre una condanna senza possibilità di appello.

Sono molti infatti i casi in cui possiamo contestare una multa ricevuta, rifiutandoci di pagarla. In particolare stiamo parlando dei casi in cui sono presenti vizi formali o sostanziali. Vediamo insieme di che cosa stiamo parlando.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: Malattie per cui l’Inps concede la pensione di invalidità.

I casi in cui le multe diventano irregolari e quindi non dobbiamo pagarle

Si tratta di due tipologie di imperfezione che rendono nulla una multa anche se riguarda una violazione effettivamente avvenuta. Casi in cui una multa diventa nulla, rendendoci quindi liberi di non pagarla.

Di che stiamo parlando? Stiamo parlando dei vizi formali o sostanziali. Quando parliamo di vizi formali, parliamo di assenza di dati che rendono una multa irregolare. Tra questi ci sono ad esempio la targa sbagliata, un errore nei dati del conducente, un errore nella data e nel luogo in cui è avvenuta l’infrazione o errori in generale nei dati della multa.

Molti di questi errori o omissioni riescono a rendere irregolare un verbale. Da specificare che un errore del genere non fa scattare in automatico l’annullamento della multa. Sarà infatti il Giudice della Pace a stabilire se la multa vada annullata.

Discorso diverso invece per i vizi sostanziali, che invece decretano sempre l’annullamento di un verbale. Il vizio di sostanza riguarda un atteggiamento dell’amministrazione che induce all’errore il conducente.

Un esempio? Quando le foglie di un albero non potato oscurano un cartello stradale come ad esempio l’avviso della presenza di un autovelox. Anche in questo caso è necessario il giudice e una prova dell’avvenuta irregolarità di sostanza.

Sapete, invece, che c’è un nuovo obbligo in arrivo per quanto riguarda il codice della strada?