Long Covid, cioè il “Covid dopo il Covid”: cosa sappiamo su sintomi e cure

Long Covid, cioè il Covid dopo il Covid cosa sappiamo su sintomi e cure

Si chiama Long Covid e racchiude tutti i postumi che il Coronavirus lascia dopo la guarigione. Come molte persone sapranno, purtroppo non sempre la malattia finisce con un tampone negativo. Sono tantissime infatti le persone che hanno continuato ad avere disturbi (di vario genere) anche dopo la scomparsa del virus.

A volte i sintomi continuano per mesi, compromettendo la qualità di vita del soggetto interessato. Ma cosa sappiamo sul Long Covid? Cosa invece ancora non sappiamo? Vediamo insieme tutto ciò che c’è da sapere su questa condizione molto frequente nei “reduci” da Coronavirus.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: Ansia e stress, ecco un metodo semplice per combatterli.

Tutto ciò che sappiamo sul Long Covid, ovvero la condizione che provoca sintomi duraturi anche dopo la guarigione dal Coronavirus

La percentuale delle persone che, guarite dal Coronavirus, hanno continuato ad avere sintomi varia dal 10 al 50%. Il “Covid dopo il Covid” si manifesta con moltissimi sintomi diversi, proprio come il virus durante l’infezione.

Per ora sappiamo che colpisce le donne molto più degli uomini e soprattutto i giovani. Si manifesta maggiormente su coloro che non hanno avuto grandi sintomi durante l’infezione e può durare anche mesi.

Quali sono i sintomi più comuni? Il Covid dopo il Covid si manifesta con fiato corto, dolori diffusi in tutto il corpo, stanchezza cronica e difficoltà di concentrazione. C’è anche la difficoltà a percepire odori e sapori, problemi gastrointestinali, disturbi del sonno e malumore.

Non è finita qui, perché secondo la scienza può manifestarsi con almeno 200 sintomi diversi. Secondo i dati statistici, almeno una persona su 10 ha avuto un forte impatto dal persistere della sintomatologia sulla vita lavorativa, sociale e sulle proprio abitudini in generale.

Il Long Covid ha colpito chiaramente tutto il mondo. Solo nel Regno Unito si contano più di un milione di persone che ne soffrono o ne hanno sofferto. Ecco invece quali sono le abitudini che danneggiano il cervello secondo gli esperti.