Mascherine al chiuso, l’annuncio di Speranza gela gli italiani

Arriva il nuovo duro annuncio del Ministro della Salute Speranza sulle mascherine e sul futuro del Covid nel nostro Paese. Ecco cosa ha detto:

Quando diremo addio alle mascherine? L’annuncio di Speranza gela gli italiani

In una intervista a La Repubblica, il Ministro Roberto Speranza ha fatto un punto sulla gestione della pandemia nel nostro Paese. Se qualcuno pensava che dopo il 31 marzo, ovvero la data di fine per lo stato di emergenza, le mascherine sarebbero sparite anche al chiuso, si sbagliava.

Speranza ha affermato: “Il covid non sparisce il 31 marzo. Il Green Pass è stato ed è un pezzo fondamentale della nostra strategia. Le mascherine al chiuso sono ancora importanti. I vaccini ci hanno fatto vincere”.

Anche se in Italia da inizio Febbraio è venuto meno l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, per quanto riguarda i luoghi al chiuso, non ci saranno novità almeno fino ad aprile anche in caso di cessazione dello stato di emergenza. Ma il nostro Paese è pronto ad alleggerire le misure restrittive anti-Covid che attualmente sono in vigore. E a differenza di altri paesi, questo allentamento sarà graduale e soprattutto resterà la distinzione tra i vaccinati e i non vaccinati.

Per il Ministro Roberto Speranza non ci sono dubbi: le mascherine sono uno strumento ancora molto utile. Quindi anche ad aprile dovremo continuare a portare le mascherine con noi visto che saranno necessarie per qualsiasi attività e per salire a bordo dei mezzi pubblici. Visto che è quasi certa la fine dello stato di emergenza il prossimo 31 marzo, dal primo aprile ci dovrebbero essere delle novità per quanto riguarda il green pass. Potremmo dire addio al certificato verde per fare sport all’aperto e consumare all’esterno in bar e ristoranti.

Sullo stesso argomento ti consigliamo di leggere anche: Quarantena Covid, le nuove regole INPS per il 2022