Michelle Hunziker, la drammatica confessione

Dal carattere esplosivo e dal fascino invidiabile, Michelle Hunziker è senz’altro tra le showgirl più amate e seguite dal pubblico italiano. Una donna autoironica, scherzosa e bellissima, ha deciso di svelare alcuni retroscena del dramma che l’ha colpita.

Michelle Hunziker, la drammatica confessione: “Un incubo durato 5 anni”

Ospite nel programma di Silvia Toffanin, Verissimo, Michelle Hunziker ha raccontato di essere stata vittima di violenza. Ebbene sì, dietro quel sorriso si nasconde un passato tormentato. Da anni combatte contro la discriminazione e la violenza sulle donne, ricorda sempre a tutti quanto sia importante denunciare ed essere forti. Senz’altro questa non è la prima volta che la showgirl si mette a nudo.

Alla sua collega e grande amica, Silvia Toffanin, Michelle ha parlato degli abusi altre difficoltà che ha vissuto. La donna aveva deciso di intraprendere un percorso spirituale che a suo avviso le faceva stare vene. Ma pian piano le cose sono andate diversamente. Quello che stava vivendo l’ha portata ad allontanarsi dalla sua famiglia, specialmente dalla mamma Ineke.

Sono state distanti ben cinque anni perché la setta in cui era entrata a far parte, non le permetteva di avere rapporti con la famiglia. Ha vissuto un dramma vero e proprio, una forte disperazione fino alla solitudine. Ma, anche se sono ricordi che le fanno male, la conduttrice ha raccontato di essere riuscita a venirne fuori. Non fa più parte di quel gruppo religioso ed ora che è ritornata ad avere con sè la sua mamma, si sente più tranquilla.

“Per cinque anni non avevo più contatto con mia madre. Quando sono uscita da quella setta ero felicissima di poter ritrovare proprio mia madre. Credo sia stato uno dei momenti più belli: uscire da quella dipendenza e riabbracciare lei, è stato come rinascere. Quando ci siamo sentite le ho detto: ‘ti voglio bene, non facciamoci processi’ e così è stato”.