Paolo Brosio e il tunnel di eccessi che lo aveva allontanato dalla donna più importante della sua vita

Paolo Brosio e il tunnel di eccessi che lo aveva allontanato dalla donna più importante della sua vita

Paolo Brosio non ha mai nascosto il suo brutto periodo di eccessi quando, per colpa del suo particolare stile di vita, ha rischiato di perdere la donna più importante della sua vita.

Il famoso conduttore ha parlato più volte di quel periodo buio e di come, grazie alla sua famosa conversione spirituale, sia riuscito a riprendere la sua vita in mano. In quel periodo ha anche rischiato di perdere la donna più importante della sua vita. Vediamo insieme di chi si tratta.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI: Patrick Swayze, la storia dei maltrattamenti della moglie durante la malattia.

Paolo Brosio e il tunnel di eccessi che lo aveva allontanato dalla donna più importante della sua vita: ecco di chi si tratta

Avevo tanto successo, ero felice, ma poi ci furono in serie dei colpi difficili da assorbire. Avevo convinto Flavio Briatore ad aprire il Twiga, un locale che ha dato tanti posti di lavoro, ma poi ci fu l’incendio. Nello stesso tempo, fui lasciato dalla mia fidanzata e morì mio padre. Ho reagito male, erano dei colpi davvero duri e senza la preghiera, il mondo ti ammazza, ma ancora non lo sapevo. Iniziai ad abusare di alcol, marijuana e cocaina.

Era il 2019 e Paolo Brosio per la prima volta raccontò che cosa succedeva nella sua vita poco prima della sua conversione spirituale. Dopo l’incendio al Twinga, il locale aperto con Flavio Briatore, iniziò un periodo difficile per il famoso conduttore, che si trasformò in un calvario di eccessi.

Poi un giorni, mentre stava seguendo la sua squadra del cuore, cioè la Juventus, accadde l’impensabile:

Ho sentito una voce che mi diceva: “Figlio mio, devi smettere”. A quel punto andai in un santuario e da lì è iniziato un percorso culminato a Medjugorje.

Proprio prima della sua conversione spirituale, il famoso conduttore ha rischiato di perdere la donna più importante della sua vita, ovvero sua mamma Anna.