Pensione a 57 anni, nel 2022 è possibile: ecco come

È possibile andare in pensione a 57 anni? Nel 2022 sì ed infatti ci sono diverse opzioni. In questo articolo vi spieghiamo tutto:

Si può andare in pensione a 57 anni? Nel 2022 è possibile: ecco tutte le opzioni che forse non conosci

Tutti sognano un meritato riposo dopo anni di duro lavoro. Attualmente per andare in pensione bisogna raggiungere almeno i 67 anni di età e aver accumulato 20 anni di contributi “pieni”. Molti si chiedono se è possibile andare in pensione a 57 anni anche senza i benefit della Legge 104. Esistono varie opzioni, la prima permette di anticipare il pensionamento a 57 anni per le donne e 61 anni per gli uomini, è quella prevista per i lavoratori invalidi. Deve essere riconosciuta una invalidità dell’80% almeno con 20 anni di contributi e questa opzione è riservata ai lavoratori del settore privato e non del settore pubblico.

Un altro modo per andare in pensione in anticipo, indipendentemente dall’età anagrafica, è essere in possesso di 41 anni di contributi. Secondo le informazioni che riporta il sito INPS, bisogna essere in possesso di 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini. Questa formula individua i beneficiari dell’erogazione pensionistica come quelli che hanno iniziato a lavorare precocemente.

Dunque, se una donna ha iniziato a lavorare a 15 anni e non ha mai avuto interruzioni retributive, potrà andare in pensione a 57 anni. Un’altra opzione è anche quella che viene chiamata “RITA”, non si tratta di una pensione vera e propria ma è una sorta di rendita che “accompagna alla pensione di vecchiaia, ed è destinata solo a coloro che hanno un fondo previdenziale complementare (fondo integrativo)“.

Se una persona rimane senza lavoro, quindi è disoccupata per più di 2 anni, la RITA permette l’accesso al beneficio quando si compiono 57 anni. Bisogna però aver versato almeno cinque anni nel fondo integrativo e 20 di contributi “classici”.