Pensioni minime, è previsto un aumento: ecco a chi

È previsto un aumento sulle pensioni minime ma non è per tutti lavoratori. Ecco a chi spetta:

Aumento delle pensioni minime: chi sono i destinatari del cambiamento

Dal prossimo anno alcuni lavoratori che andranno in pensione potranno ottenere una pensione minima più alta. Ma per poter rientrare in questo cambiamento, bisogna rispettare alcuni requisiti. Non solo il reddito e l’età anagrafica ma anche altre condizioni. In questo articolo vi spieghiamo tutti i dettagli.

Quali sono i requisiti per l’aumento delle pensioni minime

Innanzitutto, per ricevere un aumento sull’assegno pensionistico bisogna basarsi sul reddito. I pensionati dovranno avere un reddito annuo inferiore a 6.702,54 euro o a 13.405,08 per ricevere un aumento parziale. I pensionati coniugati invece dovranno rispettare la soglia massima di reddito di 20.107,62 euro oppure di 26.810,16 euro per un aumento parziale. Il reddito personale del lavoratore, anche in questo caso, non dovrà superare i 6.702,54 euro.

Dunque, nel 2022 è possibile ricevere un aumento delle pensioni minime pari a 26 euro per i pensioni con un’ età compresa tra i 60 e i 64 anni e 83 euro per chi ha un’età compresa tra i 64 e i 69 anni. L’aumento massimo è di 136 euro con un aumento dell’assegno di 651 euro anziché 515 euro, e spetterà ai quei pensionati che hanno più di 70 anni. Ma oltre all’età, il requisito da rispettare è avere un reddito inferiore a 8.469,63 euro o che non supera i 14.447,42 se si è coniugati.

Potrebbe interessarti anche: Novità per la pensione anticipata: chi può accedervi tra il 2021 e il 2023

Ma nel prossimo anno, oltre all’aumento sulle pensioni minime, potrebbero aumentare le pensioni in generale. L’assegno potrebbero crescere dai 300 ai mille euro all’anno a meno che il Governo decida di bloccare i ricalcoli.

La rivalutazione sarà del 100% fino a quattro volte il minimo (fino a 2mila euro), del 90% tra le quattro e le cinque volte il minimo (tra 2mila e 2.500 euro) e del 75% per il resto delle pensioni (sopra ai 2.500 euro).