Reddito di Cittadinanza, brutte notizie nel 2022 per chi lo percepisce

Arrivano brutte notizie per milioni di italiani che percepiscono il Reddito di Cittadinanza, con il nuovo anno rischiano di vedersi erogare un assegno più basso.

Reddito di Cittadinanza, brutte notizie nel 2022 per chi lo percepisce: un incubo per milioni di italiani

Molti nuclei familiari nel 2022 rischiano di dover fare i conti con un importo più basso del Reddito di Cittadinanza. La brutta notizia arriverà soprattutto per chi tra il 2019 e il 2020 ha registrato un miglioramento della propria condizione economica. Ma a rischiare di vedersi tagliare l’importo sono anche i nuclei familiari con i figli ma il taglio però verrà ricompensato con l’introduzione dell’assegno unico universale.

Chi ha avuto un miglioramento della propria situazione economica nel 2019 e nel 2020, potrà continuare a ricevere l’assegno provvedendo a rinnovare l’Isee entro il 31 gennaio. Con il nuovo Isee verrà effettuato il ricalcolo dell’importo del sussidio. Dunque, già dal mese di febbraio, potrebbe ritrovarsi un assegno più basso. In alcuni casi il diritto di poter beneficiare dell’agevolazione potrebbe decadere. Ad esempio, una persona che nel 2019 aveva un reddito pari a 0 e nel 2020 è pari a 4mila euro, continuerà ad aver diritto all’erogazione del reddito di cittadinanza. Ma il valore Isee 2022 deve risultare inferiore al limite fissato di 9.360 euro.

Riassumendo, chi ha migliorato la propria situazione economica e percepiva ad esempio 500 euro al mese, si vedrà accreditare a partire da febbraio 166 euro al mese. Un nuovo aumento è previsto in caso in cui il soggetto interessato richieda l’Isee corrente e quest’ultimo attesti un peggioramento nel 2021.

Meno soldi per chi ha figli minori a carico

Un ribasso dell’assegno spetterà a chi usufruisce dell’importo unico per i figli minori. È già noto che il programma ha subito una riforma e da Marzo del 2022 l’assegno incorporerà tutti i bonus della sfera familiare. Quindi, tutte le famiglie con figli a carico di età inferiore ai 21 anni dovranno fare domanda per ottenere l’assegno unico 2022. Sono esclusi quelli che sono beneficiari anche del Reddito di Cittadinanza.