Reddito di Cittadinanza: ecco chi sta per perderlo

Nel 2022 ci saranno importanti modifiche sul Reddito di Cittadinanza. I fondi che sono a disposizione per la manovra 2022 non sono tanti. Quindi il Governo sta trovando un modo per far quadrare i conti.

Addio Reddito di Cittadinanza, brutte notizie: ecco chi sta per perderlo

La novità riguarda il cumulo del sussidio con il lavoro occasionale. Un’idea nata per non disincentivare i percettori del reddito di cittadinanza ad accettare delle proposte per lavori non stabili ma che sarebbero stati un aiuto in più. Il Ministro dell’Economia Daniele Franco alle commissioni Bilancio ha spiegato che questa possibilità è rimasta incompiuta per mancanza di risorse.

Infatti servivano tutti i fondi derivanti dalle decurtazioni al RDC da 5 euro al mese per ogni mese di attività. Anche in questo caso non è stata introdotta totalmente la misura. La sottrazione dei 5 euro al mese viene introdotta per coloro che rifiutano un’offerta di lavoro. Nel testo iniziale invece, era previsto l’ammanco per tutti i titolari del bonus dopo i primi 6 mesi di sussidio.

La ricerca attiva del lavoro è verificata presso il centro per l’impiego in presenza con frequenza mensile. In caso di mancata presentazione senza comprovato giustificato motivo si applica la decadenza dal beneficio“, si legge nella bozza della Manovra 2022.

Ti consigliamo di leggere anche: Reddito di Cittadinanza presto diviso in 2: meno soldi a chi lavora

Inoltre, “il Patto per l’inclusione sociale prevede in ogni caso la frequenza almeno mensile in presenza. Presso i servizi di contrasto alla povertà. Al fine della verifica dei risultati raggiunti e del rispetto degli impegni assunti nell’ambito del progetto personalizzato. In caso di mancata presentazione senza comprovato giustificato motivo si applica la decadenza dal beneficio“.

Ma questo ha avuto delle ripercussioni sulla coesistenza tra il lavoro occasionale e il Reddito di Cittadinanza, per questo motivo la proposta è stata bocciata sul nascere.