Sahar Tabar, la zombie come Angelina Jolie

Si chiama Sahar Tabar ed oggi ha 25 anni, quando ne aveva 19 si è sottoposta ad una serie di interventi chirurgici per assomigliare ad uno zombie come Angelina Jolie. La sua scelta le è costata il carcere.

Chi è Sahar, la ragazza “zombie” come Angelina Jolie

Questa ragazza iraniana è una influencer che è diventata famosa nel mondo del web grazie ad una drastica scelta: cambiare completamente il suo aspetto.

Era il 2017 quando condivise con il mondo di voler cambiare il suo aspetto fisico rivelando di essersi sottoposta a numerosi interventi chirurgici per assomigliare all’attrice in versione zombie. Oggi, a distanza di anni, Sahar Tabar è finita in carcere per corruzione.

Al The Guardian rivelò di aver speso una fortuna per assomigliare al suo idolo, ma in versione zombie. Insomma, la giovane donna ha dimostrato di avere tanto coraggio e forza per fare questo cambiamento così drastico. Ma lo è stato davvero?

In poco tempo era riuscita a raggiungere i 500mila followers grazie alle foto in cui mostrava i suoi 50 interventi. Quattro anni dopo è stata arrestata e condannata a 10 anni di carcere. Il motivo è per corruzione giovanile. Le sue erano solo bugie. La ragazza non si è sottoposta ad alcun tipo di intervento, il suo cambiamento è solo una grande abilità con il make-up e il fotoritocco. Le sue foto erano solo architettate.

Le bugie di Sahar Tabar, la finta “zombie”

La ragazza ha preso in giro i suoi migliaia di followers perché le sue foto erano solo di fantasia. Il suo comportamento scorretto non è passato inosservato ed il governo iraniano ha deciso di punirla. È finita in carcere per corruzione dei giovani, mancanza di rispetto per la Repubblica islamica, incitamento alla violenza blasfemia, corruzione e arricchimento illegale. Ora si trova in cella da diversi mesi e chiede clemenza ma solo due delle accuse sono cadute. In carcere ha contratto il Covid-19 e i suoi avvocati hanno chiesto di rilasciarla ma hanno ricevuto risposta negativa. Oggi si trova ancora in carcere.

Dieci anni di prigione per aver usato il trucco e Photoshop. Sua madre piange ogni giorno e cerca di liberare la figlia innocente. Cara Angelina Jolie, abbiamo bisogno di te ”, ha scritto la giornalista locale Masih Alinejad su Twitter. Non è servito a nulla portare in tribunale i referto psichiatrici che confermano che la ragazza soffre di una malattia mentale.