Sfondi whatsapp, ecco come personalizzare le chat

Finalmente è possibile modificare gli sfondi whatsapp in ogni chat, una novità importante che sicuramente piacerà a tantissimi utenti.

La miglior piattaforma di messaggistica istantanea ha pubblicato un nuovo e attesissimo aggiornamento. Si tratta della possibilità di impostare uno sfondo diverso per ogni chat. Da tempo molti utenti la chiedevano.

Come cambiare gli sfondi whatsapp

Per cambiare gli sfondi whatsapp serve innanzitutto aggiornare l’app all’ultima versione, poi aprire la conversazione di nostro interesse. Selezionate il nome del contatto e nella nuova pagina cliccate su sfondo e suono. Qui potrete scegliere il nuovo sfondo.

Leggi anche: Whatsapp, in arrivo una novità per quanto riguarda le videochiamate

Attenzione, da gennaio whatsapp non funzionerà su tutti gli smartphone

Arriva una brutta notizia per chi è solito scambiare messaggi su whatsapp ed non ha uno smartphone di ultima generazione. Dai primi giorni del 2021 infatti, si potrebbe vedere il proprio modello escluso dall’elenco di quelli compatibili con l’app. Insomma, whatsapp non sarà più supportato sui vecchi modelli. Vediamo quali sono:

In linea di massima lo stop al funzionamento è previsto per tutti gli smartphone con un sistema operativo più vecchio di Android 4.0.3 e iOS 9. Vi lasciamo qualche esempio:

Samsung Galaxy S2, HTC Desire, Motorola Droid Razr, LG Optimus Black, Huawei Ascend P1 e P1 S. Per quanto riguarda gli smartphone targati Apple, non sarà più disponibile per gli iPhone di quarta generazione. Sono quelli con piattaforma KaiOS fino alla versione 2.5.1 come JioPhone e JioPhone 2.

Ti consigliamo di leggere anche: Whatsapp, ecco tre trucchetti per renderlo più sicuro e evitare che gli hacker entrino nel vostro smartphone: ecco cosa fare

Questo accade perché il team di whatsapp implementa continuamente delle funzionalità inedite e misure di sicurezza aggiornate, quindi hanno bisogno di un software recente. “I sistemi operativi obsoleti possono costituire un fattore di rischio per la privacy e per i dati, dunque lo sviluppatore sceglie di interrompere il supporto“.