Singhiozzo e cali di voce possono essere segnali di questa malattia

Ti capita spesso di avere il singhiozzo o dei cali di voce improvvisi? Attenzione potrebbero indicare una malattia. Vediamo quale:

Attenzione al singhiozzo e ai cali di voce: possono essere segnali che indicano questa malattia seria

Quando non stiamo bene, il nostro corpo ci manda dei segnali che spesso sottovalutiamo. Esistono infatti alcuni sintomi che si presentano poco prima di una malattia. Le variazioni frequenti del tono di voce sono del tutto normali e non destano preoccupazione. Infatti, la maggior parte delle volte sono la conseguenza di una condizione passeggera scatenata da diversi fattori esterni. Ma attenzione, bisogna fare attenzione perché i cali di voce ed il singhiozzo possono indicare una malattia più seria: un tumorr all’apice polmonare.

Cosa bisogna fare?

In questa zona, ovvero nella parte dei polmoni oltre la seconda costa toracica, le masse tumorali che si formano potrebbero irritare i nervi lì presenti. Questo causa la manifestazione di sintomi che spesso vengono trascurati, ma non sempre bisogna farlo.

Un tumore all’apice polmonare può schiacciare il nervo laringeo e quindi causare disfonia (un’alterazione improvvisa del tono di voce). Questa massa potrebbe comprimere anche il nervo frenico. Ed in questo caso il sintomo da non sottovalutare è un frequente attacco di singhiozzi.

Ti consigliamo di leggere anche: Carne di pollo contiene diossina e metalli pesanti: è allarme

Dunque, se notate questi sintomi, non li sottovalutate. È sempre meglio sottoporsi subito ad un controllo medico.

Altri sintomi da tenere sotto controllo

Ci sono altri sintomi che sono da tener d’occhio perché possono indicare un tumore nella zona apicale dei polmoni. È la sindrome di Horner. Si verifica quando la massa tumorale va a comprimere il sistema simpatico. I sintomi sono: abbassamento delle palpebre, restringimento delle pupille e lieve infossamento dei bulbi oculari.

Un altro segnale è la sindrome mediastinica che causa gonfiore alle braccia, al collo o alle palpebre.