Sonia Bruganelli attaccata sui social

Sonia Bruganelli sotto attacco dei social
Sonia Bruganelli sotto attacco dei social

Sonia Bruganelli si è trovata al centro dell’ennesima bufera, come riporta Yahoo Notizie. La moglie di Paolo Bonolis è finita ancora una volta sotto attacco dei suoi seguaci. Il motivo? Una frase che sarebbe risultata fuori luogo.

La diretta Instagram di Sonia Bruganelli

In diverse occasioni la moglie del conduttore è stata attaccata dagli haters, reagendo sempre in maniera tranquilla. Anche questa volta non si è lasciata abbattere dalle critiche e dalle parole pesanti. 

Il motivo dello sdegno sarebbe stato, in questo caso, una frase detta con troppa superficialità in una diretta su Instagram, durante la quale spiegava che il marito avrebbe commentato la partita Roma-Inter. All’inizio del video la donna si sarebbe ingarbugliata con le parole e Bonolis, con la sua solita ironia, ne ha approfittato per prenderla in giro chiedendole se fosse ubriaca.

“Vai a lavorare”, l’indignazione dei followers.

“No, sto cercando di parlare correttamente ma mi risulta molto difficile, sono stanca perché ho preso un sacco di sole”, avrebbe risposto Sonia Bruganelli troppo ingenuamente. In poco tempo si è trovata a dover affrontare numerosi commenti seccati che le facevano notare che non era quello il vero sfinimento ed è subito partito l’attacco.

«Vai a lavorare, ti faccio vedere la stanchezza cos’è» scrive subito un utente sotto il video. “Quella dovrebbe zappare la terra”, commenta invece sdegnata un’altra persona. Parole pesanti e critiche non troppo gradite ai suoi sostenitori che hanno cominciato immediatamente a difenderla rispondendo ai commenti degli haters “Scusa ma uno non può esprimere un pensiero, tra l’altro vero, che subito attaccate? Brucia il c..o e la bocca sparla”, dice qualcuno. Un putiferio, creato da una semplice giustificazione della donna che ancora una volta ha ignorato le critiche e ha continuato a godersi il sole.

LEGGI ANCHE: Jennifer Aniston mostra l’amico malato di Covid e lancia un appello disperato