Tatuaggi che non vorresti mai aver fatto: tra 10 anni te ne pentirai

Ci sono alcuni tatuaggi che col passar del tempo non sono più di moda e possono diventare fonte di imbarazzo. Se hai uno di quelli che ti stiamo per elencare, sappi che entro 10 anni te ne pentirai di averlo fatto

Se hai uno di questi tatuaggi, te ne pentirai entro 10 anni!

Dicono che un tatuaggio è come un diamante prezioso, dura per l’eternità. In effetti è così perché farsi incidere sulla pelle qualcosa, deve essere fatto con estrema importanza e non di certo un capriccio che muta dopo qualche tempo. Ci sono scritte, simboli, disegni che vengono realizzati sul proprio corpo semplicemente perché in quel momento vanno di moda. La maggior parte delle volte, chi se li tatua, dopo un po’ se ne pente. Ricordiamo che le tecniche di rimozione costano tanto e fanno anche male. Dunque, prima di fare qualunque tipo di tatuaggio, è sempre meglio pensarci bene.

Il sito Vice.com ha fatto una semplice domanda ad alcuni tatuatori per capire quali sono quei tatuaggi che presto potrebbero essere fonte di imbarazzo per chi li possiede sul proprio corpo.

Leggi anche: Profumi rari che valgono una fortuna: quali sono

Alcuni professionisti del settore, aboliscono i tatuaggi piccoli e con troppi dettagli o linee sottili. Il motivo è che col passare del tempo perdono la loro bellezza ed è inevitabile che l’inchiostro si espande. Ed ancora, molti sembrerebbero attratti dell’inchiostro rosso ma sembra che questo colore presto passerà di moda.

Meglio scegliere sempre il classico nero, di questo colore non ci si pente mai! Per chi vuole tatuarsi delle scritte, faccia sempre attenzione: ci sono quelli che si fanno scrivere ACAB (l’acronimo di All cops are bastards, ovvero “tutti i poliziotti sono bastardi”), ma davvero si preoccupano della classe lavoratrice, delle comunità nere, di colore e queer che sono colpite più duramente dalla violenza istituzionale?

Ed infine, i tatuaggi sul viso sembrano essere destinati a passare di moda.