Tutto ciò che c’è da sapere sul Bonus Casalinghe e chi ne ha diritto

Tutto ciò che c'è da sapere sul Bonus Casalinghe e chi ne ha diritto

Con il Decreto Agosto, il Governo ha introdotto una interessante novità, subito ribattezzata da tutti “bonus casalinghe”. Anche se non si tratta del suo nome ufficiale, questo soprannome ci aiuta a capire subito di che cosa si tratti.

Il Decreto Agosto parla di una nuova misura che ha l’obiettivo di formazione delle casalinghe. Non si tratta dunque di un bonus vero e proprio per le donne che non lavorano, ma di un fondo destinato ad aiutare queste donne ad acquisire competenze e di conseguenza avere più opportunità lavorative. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Arriva il bonus casalinghe, l’ultima novità del Decreto Agosto: come funziona e a chi spetta

Sul bonus casalinghe inizialmente era stata fatta un po’ di confusione. Si era parlato di 3 milioni di Euro da destinare alle donne che non hanno lavoro. Da quel momento in poi il calcolo è stato facile.

3 milioni da destinare a circa 7.4 milioni di donne (tutte le casalinghe italiane). Sembrava quindi che ad ogni donna spettassero solo 40 centesimi. Ci ha pensato però la Ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti a chiarire la questione.

Non si tratta di un vero e proprio bonus, ma di un fondo da destinare ad un progetto di formazione digitale. Non si può quindi calcolare il bonus dividendo il totale del fondo con il totale delle casalinghe, perché bisogna valutarne il costo.

Ci sarà un bando da parte del Dipartimento per le pari opportunità per progetti che riguardano la formazione, vogliamo che sia gratuita per tutte le donne che si vogliono iscrivere su questa piattaforma. 

Con queste parole, Elena Bonetti ha spiegato il progetto destinato alle donne che non hanno lavoro in Italia. Secondo le stime, solo una donna su due lavora in Italia. Al sud questo dato sale a una donna su tre. Ecco invece tutto ciò che c’è da sapere sulla presunta reintroduzione del cashback.