Violazione del Dpcm, cosa succede se non paghi la multa

Devi sapere che se non paghi una multa per Violazione del Dpcm potresti ricevere una pesante conseguenza. Chiunque non paga una violazione dei nuovi Dpcm introdotti in questi mesi a causa dell’emergenza Coronavirus, rischia il pignoramento dei beni o il 20% dello stipendio.

Cosa succede se non paghi una multa per violazione del Dpcm

Come ben sappiamo, la curva dei contagi inizia a preoccupare, per questo motivo il Governo ha introdotto misure ancor più restrittive. In molte zone di Italia è scattato il coprifuoco, in Lombardia ad esempio la situazione sta diventando critica. Ma non è solo questa la Regione che preoccupa. Per tale ragione è necessario mantenere il distanziamento sociale e rispettare tutte le normative introdotte dal Governo. Quindi, il rischio di ricevere una multa si fa sempre più concreto.

Ti consigliamo di leggere anche: Se guadagni mille euro al mese a cosa hai diritto? A quanto ammonterà la pensione? Tutto quello che dovresti sapere

Non pagare una multa per violazione del Dpcm potrebbe costare più dell’importo stesso della sanzione. Infatti sono previste delle sanzioni amministrative per chi non rispetta i Dpcm. Nei mesi di lockdown invece, le sanzioni erano di carattere penale.

Anche se ora le sanzioni sono depenalizzate, non bisogna pensare di poter fare i furbetti e non pagare le multe. Infatti, in caso di mancato pagamento, si rischia di ricevere una cartella esattoriale da parte dell’Agenzia delle Entrate. Se passano 60 giorni dalla notifica, quest’ultima diventerà esecutiva. Ciò vuol dire che l’Agenzia delle Entrate potrà procedere al pignoramento dei beni del soggetto senza aspettare l’autorizzazione del giudice.

Si rischia persino il pignoramento del 20% sullo stipendio o sulla pensione. Oppure può essere bloccato il nostro conto corrente.

Ti consigliamo di leggere anche: Un nuovo studio rivela per quanto tempo il Covid resiste sulla pelle umana: l’incredibile scoperta