Zona gialla, arancione e rossa: cosa cambia da domenica

Zona gialla, arancione e rossa. Da domenica alcune Regioni potranno cambiare colore. Vediamo quali:

Nel prossimo weekend potrebbero esserci dei cambiamenti per quanto riguarda i colori delle fasce di rischio delle Regioni. Secondo il monitoraggio dell’Iss, solo due regioni non avrebbero avuto miglioramenti.

Zona gialla, arancione e rossa: cosa cambia da domenica?

La Puglia e l’ Umbria con molta probabilità resteranno in zona arancione poiché non avrebbero avuto miglioramenti sui contagi. Le altre, se confermeranno i dati Rt, potrebbero passare in zona gialla. Sono la Liguria che ha un Rt sotto l’1 e rischio basso, questa Regione è tra le maggiori candidate a passare in zona gialla da domenica. Anche la regione Veneto potrebbe sperare di passare in zona gialla da domenica.

Zona arancione, quali regioni entreranno in questa fascia

La regione Sicilia e la Provincia Autonoma di Bolzano potrebbero uscire dalla zona rossa e passare in arancione. Secondo l’ultimo report, i dati sono incoraggianti ma il numero delle vittime resta alto. Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha dichiarato: “Se il calo dovesse essere costante potremmo anche revocare la zona rossa e tornare a respirare nella zona arancione“.

Potrebbe interessarti anche: Covid, quando si raggiungerà l’immunità di gregge? Risponde Locatelli

La Basilicata invece è l’unica Regione al momento a raggiungere l’obiettivo di entrare in zona bianca. Nell’ultima settimana monitorata, pare proprio che la Basilicata abbia avuto un’incidenza settimanale di 96 casi, rispetto ai 144 dei sette giorni precedenti. Il trend è in continua flessione.

Ad oggi le regioni italiane sono così suddivise:

In zona gialla ci sono Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento e Toscana. In zona arancione Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Umbria, Marche, Piemonte, Sardegna, Valle d’Aosta e Calabria. In zona rossa invece, Provincia autonoma di Bolzano e Sicilia.

Leggi anche: Maskne, l’acne da mascherina: come difendersi